Ecco in esclusiva l’intervista al neo Campione Triveneto Amsci F2.

1. Allora Andrea sei il nuovo Campione Triveneto f2, te lo aspettavi?
Sinceramente visti gli ultimi risultati nelle gare disputate oltre al triveneto Amsci ero molto fiducioso di poter vincere la gara di Villaverla che è ormai la mia seconda pista dopo Roverè ma non credevo al titolo perche mi serviva arrivare 4 posizione avanti ad Helmut per vincere…Invece con dispiacere per la verità, la gara è andata così ed io ho vinto un titolo se non altro meritato per la continuità di risultati anche se Helmut anche questa volta se era dimostrato molto veloce come sempre…

2. Quali sono i segreti per vincere? Freddezza , allenamento costante o preparazione del mezzo?
Io per la verità, allenamento non ne faccio molto, si disputo un altro campionato a Roverè ma di certo oltre a quello non è che faccio molto…La preparazione del mezzo diciamo che è iniziata a migliorare dall’anno scorso ma ancora adesso siamo molto annebbiati nel capire cosa fare per renderlo più veloce..Abbiamo praticamente sempre lo stesso assetto :-) …La freddezza non è il mio punto forte, anzi, prima di ogni finale vado in bagno almeno 2 volte…Sono una pezza! Fino ad ora per vincere credo sia stato solo questione di sbagliare meno degli altri ed essere costante..Poi ho un modello che grazie al babbo è sempre affidabile e mi da sicurezza…Non il babbo, il mezzo! Lui si agita mooolto più di me…

3. A chi dedichi questa vittoria?
Sicuramente dedicata al babbo, vederlo con gli occhioni lucidi a fine gara è la cosa più bella che io potessi vedere a conclusione di questo stupendo anno molto intenso di soddisfazioni…3 campionati vinti su 4 partecipati non sono un caso e di certo molto è merito della sua cura nel preparare il modello…Una dedica d’onore va ad Helmut, Raimondo, La Tralla Elisa ed Hermes che hanno fatto si che quest’anno sia stato stupendo, poi a Riddik e al Kanae Team che sono stati uno degno rivale e gli altri grandi compagni durante le gare

4. ci fai un resoconto sulle 4 prove disputate, qual’ è stata la più bella, la pista che ti è piacuta di più … ?
La prima prova, quella di raspano, è stata disputata senza sapere effettivamente il mio livello..Avevo già disputato una gara del triveneto l’anno prima ma senza arrivare nemmeno in semifinale quindi siamo andati sperando di fare almeno bella figura..Poi il secondo posto è stato bello ma non meritato perche ricordo che non riuscivo praticamente mai a fare il salto sotto il palco!E’ finita così per culo direi…
La seconda di Sacile è forse la più bella…Io ed Helmut che andavamo praticamente alla pari dalla mattina alla sera..Finale finita ad un secondo dietro di lui e tempi che sfioravano gli F1..Pista stupenda quella di Ongaro in cui spero di tornare presto…
Terza prova, quella di Santa Maria, in cui si poteva fare qualcosa di più ma vincere era forse troppo…Dei problemi radio nel punto più distante alla pista mi facevano perdere secondi preziosi mentre Helmut aveva l’auto perfetta e si è meritato la vittoria…Comunque bella gara pure li!!
La quarta, quella di Villaverla, è stata praticamente in salita dopo la prima qualifica, il modello era veloce ma molti errori miei e molte incertezze nei sorpassi, mi facevano fare parecchi cappottamenti..Qualifiche così così ma comunque consapevole di avere tutto a posto per giocarmela con Helmut e Costa, velocissimo qui…Semifinale: i primi 2 giri passati bene a contatto con i primi 2 notando comunque che erano alla mia portata, poi una strana smagrata del mio OS faceva si che quando io frenavo questo continuava ad andare con conseguenze orribili sui salti e sulle curve lente..Per fortuna nessuna spenta e terzo posto recuperato all’ultimo giro…Il modello fin qui perfetto mi aveva fatto molto preoccupare! La finale, è andata come è andata…Sono partito dalla 5 piazza, ho recuperato subito fino alla terza e stavo all’inseguimento dei primi 2..Helmut aveva già un po’ di margine ma quando ho passato il secondo a parer mio mi stavo avvicinando…Sapevo poi che Helmut aveva una sosta in più da fare e questo mi dava fiducia per la vittoria ma non per il campionato..Per vincere quello,Helmut doveva perdere almeno 2 posizioni con me in testa…Troppo difficile!!Poi il disastro…Una spenta per un motivo ancora da capire mi ha fatto perdere il secondo posto e anche le speranze di prenderlo…Consapevole che ormai ci voleva un miracolo ho iniziato a esagerare col gas e aumentando il ritmo ho recuperato di nuovo il secondo posto, poi la rottura del salva servo di Helmut ha a fatto il resto…All’ultimo giro voglio far notare a tutti la correttezza di riddik che dopo avermi fatto cappottare in un contatto normalissimo di gara, è rimasto ad aspettare il mio recupero…Questa cosa è sicuramente la più bella che abbia in testa adesso di quest’ultima gara!!Correre con piloti così veloci e corretti da tantissime soddisfazioni…Meritava di vincerla pure lui…

5. Che cosa ti resterà nel cuore di quest’annata?
Quest’anno è stato tutto un successo…Dalla mia prima vittoria in una gara a Roverè della Luna fino alla vittoria di entrambi i Triveneti (AMSCI F2 e UISP F1) nonche al campionate di casa proprio a Roverè…Indimenticabili saranno i momenti pieni di stupidate con Helmut, Raimondo Hermes e la Tralla sia nelle prove dell’italiano che in quelle del triveneto, alle serate in albergo fino ai giorni in cui insieme siamo andati provare…Ho passato l’anno con ragazzi da cui ho imparato molto e mi sono stati d’aiuto quando andavo in crisi..Ora non resta altro che migliorare il tutto!!Auguro ad Helmut di vincersi l’italiano visto che se lo merita e noi tutti crediamo in lui…Non sarà facile ma è di sicuro alla sua portata!

Un grazie al Kanaeteam per tutto l’appoggio che mi ha dato durante questo anno stupendo..