Ebbene sì, domenica si è laureato Campione Italiano con una prova d’anticipo Riccardo “UFO” Rabitti.

Risultati e poi Vi lasciamo subito alla lettura della sua intervista e quella fatta ad Helmuth Aufderklamm.

CATEGORIA F1

1° RABITTI RICCARDO

2° TORTORICI DAVIDE

3° ESPOSITO MASSIMO

CATEGORIA F2

1° FASSY RUSTY

2° PASSERINI LUCA

3° BELLANO VALERIO

1. Ciao RIccardo innanziatutto complimenti per essere nuovamente Campione italiano.Nella precedente intervista la seconda domanda recitava così:Siamo già a metà strada con il Campionato Italiano come procede? Ora direi, a 3/4 di Campionato hai già il titolo in tasca, meglio di così non poteva andare, vero?
Ciao a tutti!
Bhe, hai detto tutto te, in effetti meglio di così non poteva andare. E’ stato un peccato non aver avuto, per l’ennesima volta, la possibilità di lottare in pista con il mio diretto avversario, Boero, a causa dei suoi problemi in semifinale.
Sapevamo che le possibilità per fare una bella gara c’erano tutte, siamo partiti con l’intenzione di vincere la gara, senza pensare troppo al campionato. Chiaramente avevamo calcolato che in caso di una mia vittoria ed un eventuale terzo posto di Boero, il campionato sarebbe stato nostro, ma da subito abbiamo capito che in questa occasione Fabio era molto forte…
I suoi problemi in semifinale mi hanno permesso di guidare per un ora con relativa tranquillità, concentrandomi a questo punto solo per conquistare il titolo. Complimenti ad ogni modo al Verry e Fabio, grandissima coppia e grandissimi miei rivali in pista!

2. La pista era all’altezza? I servizi?

La pista, appena arrivati, mi era sembrata un pò troppo “semplice” e scorrevole. Però poi girando, imparando i vari trucchetti e traiettorie, ho cambiato idea! E’ rimasta perfetta per tutto il weekend nonostante le condizioni meteo, si è passati dalla polvere al pantano ed il fondo non si è rovinato più di tanto! Congratulazioni agli organizzatori!
La pista presentava un paio di tratti davvero tecnici, soprattutto un salto doppio da “preparare” con cura per poterlo eseguire al meglio.
I servizi erano quelli che ci si aspetta da una gaara di Italiano, box coperti con corrente compresi! Ottimo anche il punto ristoro, non ho mai mangiato così tante mozzarelle come questa volta!
Stupenda la banda che ha suonato durante le premiazioni con tanto di ragazze immagine e coriandoli! Belle idee ragazzi!

3. Cosa ti è piaciuto di questi tre giorni?
Onestamente? La PIOGGIA! Potrà sembrare strano, ma questa volta la pioggia ha creato quelle insidie e quelle difficoltà che con il secco ormai tutto sapevano come risolvere.
Si è creata, per la finale, quell’alone di mistero sulla scelta gomme che ha reso tutto davvero eccitante, rimescolando in parte certi valori in campo che sembravano invece ormai chiari.
Mi sono divertito molto a guidare sulla pista bagnata (ma nemmeno troppo in finale…), c’era un grip pazzesco e spesso la ruota posteriore interna si sollevava per la gran tenuta! Stupendo!

4. Cosa non ti è piaciuto di questi 3 giorni?
Bha…così al volo direi nulla…persone e posti stupendi, accoglienza ottima!
Mi aspettavo di più dalla pizza che ho mangiato sabato sera, alla fine è buona tanto quanto le nostre :) )

5. Ci racconti un episodio particolare ?
Episodi particolari non ne ricordo…mi ha fatto ridere il momento in cui ero sul podio. Di fronte a noi hanno cominciato a sparare delle specie di stelle filanti, il lancio era piuttosto potente. Uno di questi lanci mi ha sfiorato ed è finito sotto alla tettoia del palco. Mi ha fatto ridere vedere il volto “innocente” del ragazzo che lo ha lanciato…soltaanto io e lui abbiamo visto questa cosa…ahahahah grande, che ridere!
Posso dire che 30 secondi prima delle finale mi sono accorto che la radio era scarica…per fortuna che qualche altro pilota ha chiamato la sospensione tecnica…che fortuna!!! :) )

6. Doveroso lasciarti un piccolo spazio per i Ringraziamenti. Noi Ti ringraziamo della disponibilità, ti facciamo i complimenti per il titolo di Campionato Italiano e un augurio per l’imminente Campionato Europeo !

Ringrazio ovviamente tutti i miei sponsor che anche quest’anno mi hanno e mi stanno seguendo alla grande, senza il loro supporto non avrei probabilmente potuto raggiungere questi risultati: LOSI – Sirio – Proline – Bittydesign – Roga – LRP – Maugrafix – RcCulture .
Grazie al mio team composto principalmente dal super meccanico Marco DeMarchi, a parer mio (e non solo…) il miglior meccanico attualmente in circolazione e dai compagni di squadra Cantoni Ste & Max, persone eccezionali e simpaticissime. E’ un piacere stare con voi.
Grazie alla mia UFETTA che mi segue sempre ad ogni gara, mettendoci passione e pazienza. Unica! Davvero grazie…non ci sono parole.
Grazie come sempre a tutti voi, avversari in pista ma amici fuori, dal primo all’ultimo.
E grazie per questa intervista, speriamo porti fortuna in vista dell’europeo!

Passiamo subito il microfono ad Helmuth

1. CIao Helmuth, come procede la “nuova” esperienza in F1 al Campionato Italiano?
Sicuramente sta migliorando. Non sono pienamente soddisfatto dei risultati in generale ma mi rendo conto che il primo anno in F1 è sempre un pò di adattamento. Mi sto rendendo conto che c’è ancora un grande divario di esperienza tra i big e chi come me ci prova…
E’ comunque una bella sensazione esserci e spesso essere davanti a nomi noti nel circus.

2. La pista era all’altezza? I servizi?
L’organizzazione è stata buona nel complesso. Certo l’europeo era un altro pianeta… La pista è molto tecnica e difficile con un terreno inizialmente scivoloso poi si è battuta e si sono formate le croste un pò qua ed un pò là rendendo difficile la scelta delle gomme. Infatti ogniuno ne usava una diversa.
Bagni puliti, parcheggio ampio, box tutti coperti e ristorazione adeguata(buone le mozzarelle )

3. Cosa ti è piaciuto di questi tre giorni?
Diciamo che è stato un weekend molto sereno soprattutto nel dopo gara in un agriturismo molto casereccio pieno di animali. E’ stato molto rilassante e distensivo. La compagnia sempre ottima. Ho conosciuto meglio i Berti e Cavicchi ed ho ritrovato gli Andreuccetti dopo gli europei.
Sono anche soddisfatto del Team Xray… ci siamo aiutati tutti l’un l’altro scambiandoci consigli e trucchetti…

4. Cosa non ti è piaciuto di questi 3 giorni?
Non saprei, forse il lungo viaggio, forse i troppi problemi tecnici durante le qualifiche ma non si può pretendere che vada tutto sempre bene.
Mi dispiace non siano venute persone che stimo e voglio bene…

5. Ci racconti un episodio particolare ?

Sabato pomeriggio dopo le qualifiche ha iniziato a piovere e siamo tornati in agriturismo per rifare la macchinina e ci siamo messi sotto una tettoia su un tavolo libero e si sono avvicinati tutti gli animali tra cui un gattino piccolo. Gli ho dato un pò di pane da mangiare…sembrava non mangiasse da giorni. Sazio si è poi accoccolato sulle mie gambe e non voleva più andarsene. E’ stato molto dolce. Ci mancava poco che me lo portassi a casa poi ho pensato al mio divano in pelle e ho cambiato idea)
Ringrazio e saluto Raimondo e la Selene per l’aiuto in pista e naturalmente Bruscagin per il supporto tecnico.