Eccoci con altre due interviste realizzate subito dopo la seconda prova di Campionato Italiano. La Prima spetta ad Helmuth Aufderklamm, 3 classificato ad Empoli ed ancora in testa al Campionato Italiano. La seconda a Di cecco Andrea, 5 classificato e in testa al Campionato di Zona Triveneto.

Ecco l’intervista a Helmuth

Com’è stata questa seconda prova di campionato Italiano? Ci fai anche un confronto con la precedente di ALberobello?
Stressante in primis. Abbiamo faticato non poco per rimanere costantemente nei primi posti. La pista continuava a cambiare (a differenza di Alberobello) e le 4 batterie del venerdì non bastano per fare un assetto perfetto ma un buon meccanico non mi manca.
Il terzo posto mi soddisfa visto il ritmo che avevano tutti i finalisti. Giravamo tutti sugli stessi tempi. Ottima l’organizzazione di gara, un pò meno i bagni!

Cosa ti è piaciuto?
L’atmosfera di competizione e l’adrenalina. Tornare ai box dopo una sessione di gara e mettersi a ragionare insieme al meccanico su come migliorare il proprio mezzo. Altra cosa il mangiare…ci siamo riempiti come dei maiali!

Cosa non ti è piaciuto?
La sveglia alle 5.30 del mattino per la consegna radio alle 6.30 per poi partire nella prima batteria delle 7 quando la pista è ancora umida e i galli dormono.

Che cosa ti resterà nel cuore di questi 3 giorni?
Parlando di cuore non posso non ricordare la presenza ai box della tralla(Selene) che mi ha seguito psicologicamente per tutta la gara. Ero abbastanza agitato e nervoso e la sua presenza mi ha addolcito e non poco.

Ci racconti un episodio particolare di questo week-end?
Mah..è stato un fine settimana intenso ma senza avvenimenti particolari. Ricordo volentieri la premiazione con lo spumante stile Formula1. Peccato che sono stato troppo lento ad aprire la bottiglia e quando ci sono riuscito gli altri mi avevano già annaffiato a dovere.

Volevo ringraziare Raimondo, Hermes, Pauselli per il supporto e la magica compagnia del Di Cecco Team e del KanaeTeam.

Helmuth Aufderklamm alias “Trallogiallo”

Infine eccovi l’intervista ad Andrea

Com’è stata questa seconda prova di campionato Italiano? Ci fai anche un confronto con la precedente di ALberobello?
La seconda prova di Italiano è andata decisamente meglio della prima…Anche qui molti problemi in prova anche se la macchina andava decisamente bene ma poi per fortuna mi sono tirato su fino al quinto posto in finale…Comunque tutti molto molto forti!!

Cosa ti è piaciuto?
Molto bello il clima di amicizia e collaborazione che c’è stato tra me e il mio meccanico ed Helmut con Raimondo e poi sopratutto molto bello il tracciato, decisamente più fuoristrada di quello di Bari

Cosa non ti è piaciuto?
Grossi difetti quest’evento non ne ha avuti, forse l’unica correzione l’avrei fatta ai bagni che erano davvero orrendi ma siccome c’entrano poco con la gara direi che il resto è tutto promosso…Tranne la mia condotta di gara dei primi 2 giorni

Che cosa ti resterà nel cuore di questi 3 giorni?
Sicuramente una gran soddisfazione per essere arrivato alla mia prima finale e poi tutto il tempo passato con tutte quelle persone che mi hanno aiutato come Helmut, Raimondo, Michel, Roberto, Vincenzo, Guido e la Tralla…Ottimi in tutto, soprattutto a tavola…Poi quanto ridere!! Preegooo!!

Ci racconti un episodio particolare di questo week-end?
Ho visto Raimondo che col furgone si è messo a superare Missio nell’uscita dalla pista….Quello è un pazzo….Di andar piano e di non fare il mona proprio non è capace….